cerca

19

Wed

Jun

2024

1 attività

20

Thu

Jun

2024

1 attività

21

Fri

Jun

2024

0 attività

22

Sat

Jun

2024

1 attività

23

Sun

Jun

2024

1 attività

24

Mon

Jun

2024

0 attività

25

Tue

Jun

2024

0 attività

21

Fri

Jun

2024

0 attività

22

Sat

Jun

2024

1 attività

23

Sun

Jun

2024

1 attività

evento

Performance: "Come neve"

L'immagine da cui è partito Adriano Bolognino per questa performance è quella della neve che si osserva quando si è piccoli alla finestra. Ha contemplato il bianco del fuori e il caldo del dentro, il senso di benessere, protezione e comunità che spesso si prova in questi momenti.

Prima di iniziare a lavorare con i corpi dei danzatori, ha creato un ambiente che rispecchiasse già l'idea della creazione, a cominciare dai loro abiti, così ha deciso di coinvolgere nel progetto “Il club dell’uncinetto”, un gruppo di donne che, durante la pandemia, si è ritrovato per reinventarsi, riscoprendo un’arte, trasformandola in un nuovo lavoro. Trovando coraggiosamente una nuova luce da cui ripartire e trarre benessere in un momento così buio per tutti. Incarnando perfettamente il mio senso di benessere. In questo scoprirsi, confortarsi e confrontarsi con l’altro. Adriano Bolognino si definisce molto affascinato da quest’arte, dalla poesia che trasforma un filo in un abito, se guidato dalle mani giuste.

Questo prezioso ricamo artigianale, che fa pensare ai corpi dei danzatori, artigiani anch’essi, che con corpo e movimento sono capaci di dare vita a qualcosa di nuovo, creativo, originale. Qualcosa di unico, come un fiocco di neve che cade al suolo.

Si tratta di un'affinità sorprendente, poiché si racconta che la lavorazione all’uncinetto nacque in un piccolo paesino, dove una signora, molto abile nei lavori artigianali, rimase affascinata dallo spettacolo dei fiocchi di neve che cadevano sul suo davanzale e cercò di riprodurre la loro bellezza con un filo di cotone e un grosso ago ricurvo. Intrecciando questi elementi, vorrei invadere lo spettatore con una nevicata improvvisa di corpi in movimento, fermare il suo tempo davanti a una serena contemplazione.

Per Adriano Bolognino il benessere è proprio questo. Abbracciare una passione, condividerla. Ricucire un rapporto con una persona amata. Scoprire una parte nuova di sé e impegnarsi ad alimentarla, cucendone sempre un nuovo pezzetto. Comporre una coreografia come fosse uncinetto: una trama intricata eppure sofisticata, un'intreccio consapevole che genera nuove forme. Costruire, cucire, ricucire, reinventare.

Coreografia di Adriano Bolognino
Danzano: Rosaria Di Maro e Noemi Caricchia
Co-Produzione: Körper - Centro Nazionale di Produzione della danza / Fondazione Teatro Comunale Città di Vicenza - Festival Danza in Rete
Con il sostegno di Orsolina28, Nitja Senter samtidskunst, Italian Institute of Culture in Oslo, and the Italian Embassy in Norway.
Musiche di: Olafur Arnalds/Josin
Costumi: Club dell’uncinetto, Napoli
Revisione testi: Rosa Coppola
Si ringraziano: C.A.M. Museum, Francesco Aurisicchio Photographer, Mirko Ingrao. Con il supporto di KOMM TANZ/PASSO NORD progetto residenze Compagnia Abbondanza/Bertoni in collaborazione con il Comune di Rovereto”

Performance inserita all'interno del festival A P È R T O

Date degli incontri:

25 May 2024 17:00

ospite

Adriano Bolognino

→ https://www.instagram.com/bologninoadriano

Nato a Napoli (1995) come coreografo freelance lavora sia per compagnie che su progetti indipendenti per i quali è sostenuto da Orsolina28 Art Foundation e Körper- Centro Nazionale di Produzione della danza.
Vince il premio Danza&Danza 2022 come coreografo emergente. Crea nel 2024 Yellow per il corpo di ballo del teatro dell’Opera di Roma. Nel 2023 crea un duetto per Eleonora Abbagnato e Jacopo Tissi per lo show di Laura Biagiotti
alla Milano Fashion Week, Beija-Flor per Kayzer Ballet Junior Company, SKRIK per la MM Contemporary Dance Company, Holm Tal Milied? per Zfin National Company Malta e Divina per la Compagnia Opus Ballet.
La creazione Samia vince invece il bando di co-produzione Rum for Dans in Svezia. È inoltre uno degli artisti selezionati per Crossing the sea 2023 e Big Pulse Visiting Artists. Il duetto Come Neve, creato con il sostegno del IIC Oslo e l’Ambasciata Italiana in Norvegia, viene selezionato per KOMMTANZ e DanzaUrbanaXL23. Nel 2022 Crea White Room per Opus Ballet con il sostegno del Centro di Produzione Virgilio Sieni; il duetto estratto Behind you è selezionato per MasDanza Choreographic Competition e vince il Premio del Pubblico ed il premio tour nelle Isole Canarie.
Vince il premio danza Città di Foligno 2022 (coreografo emergente). Rua da Saudade debutta a Torinodanza Festival, vince Call for Creation 2021, residenza artistica ad Orsolina28, ed è finalista per DNA Appunti Coreografici 2021. Sempre nel 2021 è selezionato per la NID Platform. Con RM94978 from Paris to Tenerife, lavoro selezionato per Anticorpi XL, vince il Premio Prospettiva Danza 2019. È uno dei coreografi di Anghiari Dance Hub 2019, dove crea Gli Amanti, selezionata per Aerowaves 21 e per Anticorpi XL 2021. Nel 2020 La Biennale di Venezia, dopo averlo selezionato al college coreografi 2019, gli commissiona un nuovo lavoro (Your body is a battleground\solo version), selezionata nel 2021 per il Campania Teatro Festival e per l’Italia dei Visionari.
Le sue creazioni sono andate in scena in contesti quali Cross Festival, Kilowatt Festival, Interplay Festival, Dance DaysChania, Lange Nacht des Tanzes, Opera Estate, Triennale Milano, Bolzano Danza, Festival Aperto Reggio Emilia, Fabbrica Europa, Gender Bender, DAP Festival, Danza in Rete, Danza Estate Bergamo, Exister, Moving Colors, Ammutinamenti e Biennale Danza, tra gli altri.

keep in touch

Inserisci la tua e-mail e iscriviti alla newsletter
per essere informato sulle attività di nòva e i suoi partner